Progetto finanziato dalla L.r. 26/2005 (innovazione nei settori dell’agricoltura e dell’itticoltura) Decreto n. RAF9/2297 del 12-10-2009.

slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3

Home

In Friuli Venezia Giulia, la vongola verace (Tapes philippinarum = Tapes semidecussatus) è stata ufficialmente introdotta per la prima volta nella Laguna di Marano nel 1986 (29 aprile 1986). L’attività di venericoltura in laguna di Marano viene svolta in aree classificate idonee sia dal punto di vista ambientale che igienico-sanitario ed assegnate in concessione con bando di gara. Per le peculiari caratteristiche dell’ambiente e dopo una più che ventennale attività di produzione e di ricerche sul campo, effettuate e sviluppate in modo specifico in Laguna di Marano e Grado, ed i cui risultati sono stati via via ricalibrati in funzione delle risposte ottenute sulle diverse opzioni colturali adottate, è stato messo a punto una specifica tipologia colturale riconosciuta come Modello Marano.

Il Modello Marano appare l’unica via capace di prevenire e/o risolvere i gravi problemi (ambientali, economici, sociali e di ordine pubblico) che altri modelli di gestione, come quello in “libero accesso” o quello della “pesca gestita”, hanno indotto nella Laguna di Venezia e nella Laguna di Marano e Grado. 

A supporto del Modello Marano per la prima volta in Friuli Venezia Giulia si parla di Acquacoltura di precisione. Evoluzione dell’agricoltura di precisione è una nuova forma di acquacoltura tecnologicamente avanzata, nella quale si fa ricorso a macchine operatrici dotate di “sistemi intelligenti”, in grado di verificare con precisione la raccolta delle Tapes philippinarum e la loro gestione in relazione alle reali necessità della parcella di raccolta e alle diverse zone omogenee interne ad essa.
Coadiuvata da sistemi di monitoraggio ambientale (temperatura, pH, salinità, torbidità, etc...) l’acquacoltura di precisione rappresenta la nuova metodologia di gestione per le colture in laguna.

Il presente Portale, sulla base delle regole del finanziamento, mette a disposizione le informazioni inerenti il progetto a favore di tutti i possibili interessati. Quest'ultimo, nella sua completezza, raggiunge l'obiettivo sopra citato e sarà implementato/aggiornato con lo svilupparsi delle attività.